Home >  Blog >  Influenza. In meno di un mese sono già ottomila casi in più dello scorso anno

Influenza. In meno di un mese sono già ottomila casi in più dello scorso anno

influenza

L'evidente flessione del numero delle vaccinazioni a causa soprattutto di una non corretta informazione data, in particolar modo, via web, sta causando una vera e propria ondata di casi influenzali con aumenti già abbastanza evidenti. Nell’ultima settimana di rilevazione del sistema Iflunet (26 ottobre – 1 novembre) i casi stimati di sindrome influenzale, rapportati all’intera popolazione italiana, sono stati 42.300, per un totale di 96.900 casi a partire dall’inizio della sorveglianza InfluNet (scattata lo scorso 12 ottobre).
Il valore dell’incidenza totale è pari a 0,70 casi per mille assistiti. Nella fascia di età 0-4 anni l’incidenza è pari a 2,24 casi per mille assistiti, nella fascia di età 5-14 anni a 0,77 nella fascia 15-64 anni a 0,66 e tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni a 0,32 casi per mille assistiti.
L’anno scorso, nella stessa settimana di rilevazione, l’incidenza è stata di poco inferiore con 0,65 casi registrati su mille assistiti. In totale nelle prime tre settimane di rilevazione della precedente stagione influenzale erano stati rilevati in tutto 88.800 casi, quindi circa 8mila in meno rispetto a quest'anno.
Finora l’incidenza più alta è stata segnalata nelle Marche con 2,33 casi per mille assistiti e la più bassa a Bolzano e in Veneto con 0,22 casi. (Val d’Aosta, Molise e Basilicata non hanno inviato i dati). In ogni caso l’incienza è a livelli di base in tutte le Regioni (sotto 2,36 per mille).
Il report Influnet sottolinea però che l’incidenza osservata in alcune regioni è fortemente influenzata dal ristretto numero di medici e pediatri che hanno inviato, al momento, i loro dati. 

Progetto di Comunicazione in ambito sanitario
Via F.Denza, 27 - 00197 Roma - Tel. 06.47884809 - Fax 06.47884772